Giorno 7º - Il Perdono


“L’amore tutto scusa, tutto crede, tutto aspetta, tutto sopporta”
(cfr I Cor 13, 7)

Riflessione

Il perdono, a differenza di altre realtà, non è naturale del'uomo e sì soprannaturale, allora non si può perdonare senza sabbere che questa grazia viene solo da Dio, ma non è esente da responsabilità personale.  Come qualcosa che Dio dà, è necessario chiedere e, soprattutto, volere, desiderare.
Chi non può perdonare, non può anche sentirsi perdonati da Dio. Si è iscritta nella stessa preghiera ci ha insegnato Gesù: "Perdona i nostri offesi come noi perdoniamo coloro chi ci offendono”. Questo è il motivo per cui questo mondo è pieno di persone risentite, male e, giusto così, che non può essere felice, perché travolgono una pietra che non sono in grado di trasportare.

La scadenza, che potrebbe anche essere chiamata santità, passa per la guarigione che vieni attraverso il perdono. È solo veramente libero uno che sa chiedere perdono a Dio, i fratelli e anche chi è in grado di perdonare.
"Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno" (Lc 23, 34)

Uomo

Gesù Cristo, mio Redentore, che in Croce avestri saputo perdonare e scusare coloro che ho condannato e crocifissero Te, dammi un cuore umile, in grado di riconoscere le mie colpe e chiedere perdono nella confessione e i miei fratelli quando necessario.

Aiutami ad avere una vita mortificata, in modo che sia transigente e comprensivo con i difetti degli altri, soprattutto quelli da la mia ragazza (fidanzata) e intransigente con me stesso.

Madre Mia, Signora del’amore perfetto, Tu che non si poteva godere di nessuno dei Tuoi attributi di santità, ad eccezione in favore di quelli che crocifissero il Figlio Tuo, aiutami a passare la mia vita in amare e perdonare, perdonare e amare.

Donna

Gesù Cristo, mio Signore, che mi ha insegnato a chiamare Dio da Padre, dammi un cuore di figlia, in modo che può sempre confidare in Tua misericordia e non mai nascondere nulla. Aiutami ad avere vita sacramentale, in modo che, attraverso l'influenza soprannaturale della Tua grazia nella mia anima, io sarei matura e santa.

PREGHIERA PER OGNI GIORNO

Benedetta sia la Tua purezza e per sempre cioè, perché in bellezza così graziosa tutto uno Dio ricrea Se stesso. A Voi, celeste Principessa, Vergine, Sacra, Maria, offro in questo giorno l'anima, la vita e il cuore. Non lasciarmi, Madre mia, morire senza confessione.

3 Ave-Maria

Postar um comentário

Google+ Followers

Translate

  © Blogger template Shush by Ourblogtemplates.com 2009

Back to TOP